Visualizzazioni totali

sabato 11 febbraio 2012

IL LUSSO E' UN DOVERE?

Una famosa pubblicità con un altrettanto famoso personaggio citava queste parole. E io lì a storcere il naso, ad annusare il puzzo di bruciato che un'affermazione del genere emana. Siamo alla spasmodica ricerca della perfezione, dell'accettazione da parte degli altri, del sublime raccordo tra accessori e bellezza, che facciamo tutto a tutti i costi, costi quel che costi. Mi perdo sul web, sui vari social network, sui milioni di programmi di foto esistenti e mi accorgo che l'imperativo categorico è il LUSSO. O meglio, aggiungerei, il LUSSO OSTENTATO.
Mi fotografo mentre bevo il caffè con la Birkin come porta libri.
Mi asciugo con l'accappatoio di Hermès.
Mi depilo con il silk epil di Gucci.
Ho l'impermeabile di LV e l'evidenziatore di Vera Wang.
Ora, a parte il fatto che io mentre studiavo procedura civile ero uno Yeti in calzamaglia e di tutto avevo voglia tranne che di mettermi il rossetto di YSL e fotografarmi felice, mi chiedo: ma il lusso è un dovere?
Tutte le cose costose che possiedo sono frutto di sogni e sudore. Di crediti sospesi e di pretese concesse. Lo dicevo con un'amica: non vorrei avere troppo perchè non sarei più in grado di apprezzare il poco che ho. Sbaglio?
E giusto per rimanere in tema vi posto la foto della mia ultima borsa.

L'ho scelta in un colore sobrio, così sono sicura che non passa mai di moda.

19 commenti:

  1. Il lusso può essere un dovere a seconda dell'ambiente che frequenti o che vuoi frequentare.
    A mio parere, a casa il dovere è il pile!

    RispondiElimina
  2. Adoro il tuo modo di scrivere!!! Anche io storco il naso quando sento queste affermazioni: a mio parere puoi avere anche gli oggetti più costosi al mondo ma l'eleganza non sta per forza dietro una firma.. bisogna avere capacità di discernimento e soprattutto farsi conoscere per quel che si pensa, per i propri valori, non per quel che si ha! un bacio :D

    http://thefashionscan.blogspot.com/

    RispondiElimina
  3. Mi piace la frase che hai scritto: "non vorrei avere troppo perchè non sarei più in grado di apprezzare il poco che ho.", sono assolutamente d'accordo con questa citazione.
    Molte delle blogger ostentano e questo mi fa pensare. Io non sono di quella categoria. Spulcia nel mio armadio e non vedrai nessunissimo articolo che possa essere classificato nella scala del lusso. Il massimo che mi concedo è Zara, Terranova, H&M ..

    RispondiElimina
  4. Ma sai che ho pensato le stesse cose ascoltando questa affermazione!? Buon weekend...

    RispondiElimina
  5. bel post, bella borsa ;) http://modaealtririmedi.blogspot.com/

    RispondiElimina
  6. Ciao
    non è detto che se è di lusso sia bello, essendo la bellezza soggettiva, decido di giocare con altre regole, quello che ho me lo sono sudata anch'io quindi me lo godo, ma certe cifre per ora almeno non me le posso permettere, adoro certe borse ma sono solo un sogno, tipo un paio di bauletti di Burberry. Baci buon week end Alex

    RispondiElimina
  7. I´m totally in love with the Birkin bag!

    ***
    www.theprincesslittlebox.blogspot.com

    RispondiElimina
  8. volevo essere la tua 400esima, ma sono la 395esima, complimenti a te e al tuo blog! :)
    Silvia

    RispondiElimina
  9. Il lusso sta diventando uno stereotipo. Il lusso è sinonimo di ostentazione della grife.
    Per me il lusso è un bel portamento, dei modi eleganti,la cura di sè. Certo anche queste cose costano ( la palestra, il parrucchiere...) ma se hai queste basi anche con abiti Zara sei una vera signora.
    PS. ovviamente bella laborsa

    RispondiElimina
  10. Mi sono immaginata l'articolo narrato da Carrie... Trovo che sia scritto davvero bene e renda proprio l'idea della tua riflessione, forse perche' mi ci ritrovo. Non nego che mi piacciono ANCHE le cose di lusso (la doppia C ha uno strano effetto su di me), ma sono di lusso perchè è il genio del marketing che le ha fatte diventare così. Come hai fatto giustamente notare, l'evidenziatore di Vera Wang fa figo usarlo. Ma perchè un evidenziatore della linea Tratto non fa figo usarlo??? Eppure e' ugualmente di qualità! Nn so se ho reso l'idea.
    Non voglio accusare nessuno ma la colpa è anche delle agguerritissime fashion blogger che "pompano" alcuni marchi rendendoli un icona di stile. Il loop che si e' creato e' diventato stucchevole, come quando mangi tanta nutella: dopo un po' non ne puoi più.
    Anche io sono socia di quel club di persone, le cui poche cose costose che possiede sono frutto di eterni desideri e ora custodite con tanta cura.

    RispondiElimina
  11. Cmq ragazze io non ho la Birkin.

    RispondiElimina
  12. concordo con te!! Prima di tutto anche io quando studio sembro una cavernicola, secondo non mi piace questo ostentare..ho dovuto fare 3 volte procedura per potermi consolare con la mia stella mccartney, sudata e meritata!
    un baciooo

    http://fashion-whatelse.blogspot.com/

    RispondiElimina
  13. posso dire che a sentire questa frase ho veramente tirato dritto.

    e detesto la caratteristica (purtroppo così be radicata tra gli italiani) dell'ostentazione del logo.

    buona domenica! baci!

    RispondiElimina
  14. Ah ah ah, allo "yeti in calzamaglia" mi sono ribaltata dalle risate ;)))

    www.lostinunderwear.blogspot.com

    RispondiElimina
  15. Ciao C'è un Premio per Te nel Nostro Blog!
    Passa a Ritirarlo!

    http://thetwicemoda.blogspot.com/2012/02/versatile-blog-award.html

    T.M

    RispondiElimina
  16. Tesora ahahaa questo post "riflessivo"è stupendo!Non ti dico la risata fatta arrivata alla frase"yeti in calzamaglia".Comunque concordo con te!Ostentare è orrendo!Grazie per il commento al mio ultim post!E ti rispondo qui...le scarpe sono spettacolari!Le ho amate da subito e saranno mie!!bacio

    RispondiElimina
  17. La penso esattamente come te..

    RispondiElimina